LIFESTYLE · VITA DA MAMMA

ALLATTAMENTO: al seno o latte artificiale? Il mio parere.

Mi è capitato di assistere spesso a vere e proprie discussioni tra mamme sull’argomento latte materno (LM) e latte artificiale (LA).

Io sono sempre stata decisamente a favore dell’allattamento al seno ma sono convinta che una mamma debba poter scegliere liberamente cosa fare e cosa è meglio per il bambino ma anche per sé: onestamente credo che sia meglio una mamma serena e del LA piuttosto che una mamma sull’orlo di una crisi e il LM.

Tante volte alle neomamme viene fatto quasi una sorta di terrorismo psicologico affermando che ha poco latte, o che non ha avuto la montata lattea o ancora che non ne ha proprio…Generalmente non è così: bisogna avere pazienza e stimolare più che si può il seno attaccando il bambino spesso… nel frattempo magari dare un’aggiunta se ci si rende conto che il piccolo non mangia a sufficienza.

Meglio ancora usare dei sacchettini da riempire col latte artificiale (purtroppo non riesco a ricordare il nome e la ditta produttrice) che si applica al seno per stimolarlo e nel contempo far attaccare al seno il neonato, ma se ci tenete ad allattare i vostri figli abbiate tenacia.

Dovesse essere invece necessario passare al LA per un qualsiasi motivo non dovete sentirvi in colpa.

A me è andata bene entrambe le volte, niente ragadi (ferite al seno, generalmente perchè il bambino sì attacca male) solo un po’ di dolore con il Capitano che all’inizio non si attaccava bene, la Precious invece non ha mai avuto problemi di questo tipo.

Mi ritengo fortunata per essere riuscita ad allattare e anche a lungo per vari motivi:

  • perchè è un’esperienza magnifica che lega ancora per un po’ madre e figlio dopo 9 mesi di simbiosi (anche se allattare col biberon non è da meno)
  • perchè fa bene ai bambini (i miei figli si ammalano veramente poco);
  • perchè per me sarebbe stato un incubo avere a che fare con barattolini, scaldabiberon e varie, soprattutto nelle uscite: volete mettere aver tutto ciò  che serve a portata di tetta? Euh…. di mano?;
  • non di meno la questione economica: LM costo 0 – LA costo variabile.

Più stimolate il seno più questo produce latte…vuol dire: attaccate il bimbo al seno anche se pensate di non avere latte perché spesso non è vero che non si ha latte. Non metto in dubbio che possa accadere ma spesso si viene spaventate da altre persone lasciando il latte materno a favore di quello artificiale. E col seno a riposo il latte sparisce davvero.

Questi i miei consigli (basati sulla mia esperienza e quelle di altre mamme conosciute) per chi desidera tanto non privare il bambino di un dono così  prezioso.

In conclusione, se potete allattate al seno più che potete, almeno fino ai 6 mesi esclusivamente poi si inizia lo svezzamento.Al contrario, come scrivevo sopra, se una madre non se la sente, prova un disagio o peggio nell’allattare o anche solo alla sua idea, sono convinta che debba lasciare e non sentirsi in colpa perchè quel momento deve essere un attimo di serenità  tra mamma e figlio, anche con un biberon si può godere degli sguardi scambiati col proprio figlio.

SEGUITE IL VOSTRO ISTINTO: SAPRÀ  COSA FARE.

Annunci

Grazie per essere passati: ogni visita e ogni commento ricevuto sono un dono per me. Se non vi va di commentare ma vi è piaciuto il post potete cliccare sul bottoncino MI PIACE. Tengo a precisare che utilizzo i "pollici su" dei commenti per far sapere che ringrazio e che ho letto. Purtroppo può capitare che non riesco a rispondere subito e sono diventata smemorata...Perdonatemi nel caso ;)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...